Tag

, , , , , , , , , , ,

foto trovata qui

foto trovata qui

•Un sconfitta in un mondiale è una delle vendette migliori.
Nulla di troppo personale, non ci si sporca le mani, non ci sono vittime ed è a portata internazionale… Ohhh, what a liberty!

•Andare al mare, da sola, non è la fine del mondo, ok si può fare -eppure non riesco a controllare quell’istinto a sperare che sulla passerrella che porta alla spiaggia compaia qualcuno che conosca, che mi veda e si unisca a me.

Non è mai successo -e non succederà mai, ma questo non mi farà smettere di sperare e di controllare che non stia arrivando una faccia amica.

•Certi film andrebbero distribuiti con degli avvisi particolari.
Una tranquilla domenica sera, dopo una giornata al mare, ho guardato Del amor y otros demonios tratto dal romanzo di García Márquez… Ossia come trasformare la spensieratezza di una giornata rilassante in uno struggimento senza rimedio (tranne l’ironia -ma è stata dura: la musica, la tenerezza dei protagonisti, l’ormone infido, la storia tragica, il mio bagaglio personale hanno cospirato tutti contro di me).

•Il pubblico dello spettacolo di Ellen DeGeneres è impossibile da sopportare -cioè, l’avete mai visto?
Come può essere così insopportabilmente strillante? Perché si entusiasmano così tanto e in modo così americano?
Troppo zucchero? Alcol? Droghe? Sono degli squilibrati? Li pagano per farlo? Ok, perché pagare qualcuno per rendere insoffribile il programma?

•Quando penso a me stessa e a quello che non sto vivendo non riesco a frenare la sensazione di spreco.
Spreco della mia giovane età, del mio corpo che non sarà sempre così, spreco della tenerezza che sento di voler condividere, dell’ironia che non farà mai ridere nessuno e del tempo che non tornerà mai indietro.

•Ho capito che a me l’uomo protettivo non piace. Grazie a non si sa quale benedizione del cielo non mi piacciono nemmeno i cattivi ragazzi, i belli e dannati non mi dicono proprio niente.
No, no, io sono pasta per gli indipendenti con uno spiccato dono della scissione tra mondo affettivo e me -per dire che sì, hanno un modo di affetti, nel quale però si guardano dal farmi entrare.
Insomma, preferisco -o preferirei -un compagno complice a uno protettivo… Ecco dove sbaglio!

Annunci