Tag

, , , , , , , , , , , , ,

foto trovata qui

foto trovata qui

•Che poi davvero arriva il momento che sì whatsapp, sì facebook, sì le figate pazzesche per essere in contatto in qualsiasi momento, al prezzo più conveniente e nel modo più invadente e dettagliato possibile, ma, appunto, arriva il momento, in cui quello che mi importa per davvero è il tempo che passo con te.
Quello che mi importa davvero, e che cambia la mia giornata, è quando ti ho davanti, quando mi guardi negli occhi e mi ascolti mentre ti parlo cercando le parole, quando mi cingi con un braccio e mi stringi a te. Della foto profilo, dei commenti, dei like, dell’ultima volta che ti sei connesso, di ciò che posti e delle tue amicizie, ecco, non saprei che farmene, non voglio farmene nulla e so che non saprei gestire la situazione -incapacità personali che si affinano con anni di insicurezza e bassa autostima, ebbene sì, anni di duro, durissimo lavoro.
Però trattami bene per il tempo che deciderai di rimanere. Lo so che puoi insegnarmi molte cose, che avrò bisogno di tempo per apprezzarle e farle mie, ma, per favore, non mi far soffrire.

•Che a chi passa a leggere un blog gliene frega una beneamata delle comunicazioni interne che una dovrebbe riservare al soggetto interessato, ma arriva sempre il momento in cui, scrivendo nel proprio blog, ci si rivolge con il tu a qualcuno che non legge.

•È difficile lasciarsi andare quando si ha la paura -o la consapevolezza -che si riveli questione di tempo.

•Le persone importanti, ma per davvero, sono quelle che quando ci si parla non ti richiedono risposte standard -o di dire quello che starebbe bene dire (che ti rappresenti o meno, non fa differenza).
Perché essere in difficoltà, non vedere la luce in fondo al tunnel, sentirsi disorientati o infelici è normale e capita a tutti. Sentirsi di dover sorridere, far finta di niente e negare la realtà indica evidentemente di avere a che fare con qualcuno che chiede senza voler sapere.

•Ho sentito dire che mangiare formaggio la sera fa venire sogni strani.
Questa mi mancava; comunque mi sembra una trovata inglese -perché me l’ha riferita un inglese -per boicottare il supremo prodotto francese : P

•A certi bei ragazzi dovrebbe essere proibito fare il medico.
Quando per una visita specialistica mi sono ritrovata davanti un pezzo di ragazzo da far andare in subbuglio l’intero arsenale di ormoni di un collegio femminile (corpo decente compreso), avrei voluto farla finita appendendomi con lo stetoscopio -o andarmene e tenermi quello che avevo accettando di spegnermi nel giro delle due settimane che google mi dava come speranza di vita.

•Nelle cliniche private assumono solo soggetti di donna e uomo alpha.
Ho visto fotomodelle in tacchi a spillo portare il caffé ai medici. Giuro. Nel mio squallido (e fin troppo formoso) pantacollant, nelle mie sneakers impolverate e con i miei capelli crespi di sempre avrei voluto sparire.

 

Annunci