Tag

, , , , , , , ,

La mia autrice preferita è Jane Austen. Tra i miei autori preferiti invece c’è Jonathan Coe -con gli autori ho difficoltà a scegliere.

Persuasione – Jane Austen
Non ho scelto Ragione e sentimento non perché non sia bello, ma perché Persuasione è il primo romanzo che ho letto di Jane Austen. Aggiungerei anche che è stata una fortuna: non so quanto lo avrei apprezzato dopo Orgoglio e pregiudizio. L’ho cercato e poi preso in biblioteca perché il titolo appariva nel film La casa sul lago del tempo e ho iniziato a leggerlo alla fermata dell’autobus. Ripeto che era la prima volta che affrontavo un romanzo della Austen e avevo paura di trovarmi davanti a una narrazione tediosa e cerebrale.
Dopo aver aperto il libro alla prima pagina e aver letto i primi due o tre paragrafi, ci stavo già dentro di brutto. Dopo aver fatto il tifo per la protagonista per tutto il romanzo, sono stata contenta di scoprire che alla Austen piace l’happy ending.
(Piccola nota aggiuntiva: l’edizione della Oscar Classici Mondadori con le note che spiegano le convenzioni e i costumi dell’epoca dei protagonisti è la palla di gelato vaniglia sul brownie, caldo).

La casa del sonno – Jonathan Coe

Coe mi piace tanto perché, oltre a non fare il pallone gonfiato, oltre a scrivere bene, oltre a essere divertente e ironico e impietoso quanto piace a me, sa soprattutto dare una struttura ai suoi romanzi. Non è solo l’idea della storia e il suo svolgimento, ma come egli decide di dividerla nei capitoli, quali passaggi sceglie per arrivare alla fine e come riesce a scomporre la storia in pezzi e a farla incastrare nuovamente e in modo più bello. E poi è inglese, dài! Bastava dire questo.

Annunci