Tag

, , , , , , ,

Ritratto di signora _ Henry James

Un libro lungo in parte perché nell’edizione della Einaudi arriva a quasi 600 pagine, in parte perché, nonostante un incipit da manuale (‘na bomba di stile), nel complesso non mi ha appassionata.
Il film di Jane Campion, che ho visto prima di leggere il romanzo, mi aveva incuriosita, i vestiti indossati da Nicole Kidman mi avevano conquistata e il personaggio ambiguo interpretato da John Malkovich mi aveva fatto sperare in una storia che mi avviccesse di più.

L’incipit comunque è questo:

Sotto certi aspetti ci sono nella vita poche ore più piacevoli di quelle dedicate alla cerimonia del tè del pomeriggio. Vi sono circostanze in cui, sia che si prenda il tè o no -c’è della gente che non ne vuol sapere – quel momento è in sé delizioso. Le condizioni alle quali io penso, incominciando a scrivere questa semplice storia, offrivano un assetto mirabile per l’innocente passatempo. Gli oggetti necessari alla piccola cerimonia erano stati disposti sulla prateria di una vecchia casa di campagna inglese, nel cuore di uno splendido pomeriggio estivo. Una parte del quale era già trascorsa, ma ancora molta ne rimaneva, ch’era della più bella e fine qualità.

Annunci