foto della serie back to the future della fotografa Irina Werning

C’è che oggi ho rincontrato un’amica e sua sorella minore.
C’è che ricordo come se fosse ieri che, ad una pizzata delle elementari, ho tagliato la pizza alla sorella della mia amica perché, piccola come era, la padronanza del coltello era ancora cosa da venire.
C’è che ricordo, ancora come se fosse ieri, un pomeriggio in cui la stessa ha regalato un disegno ad ognuna delle amiche della sorella maggiore (disegno nel quale apparivo molto rock -nessuno mi vedrà più con quegli occhi, sigh).
C’è che un paio di giorni fa la sorella della mia amica (la ragazza che adesso per guardarla in faccia rischio una cervicale inguaribile) ha verbalizzato l’esame di chimica all’università.

E mi chiedo: ma a te, sorella della mia compagna delle elementari, ma chi ti ha autorizzato a crescere?

E io, di preciso, dov’è che mi sono persa? Cosa m’è sfuggito nel mentre? Quando è stato che mi sono distratta?

Annunci